ITAL

SOBRE O PROJETO SUD

Espaço dos Sonhos O Progetto Sud - UIL é uma organização não governamental constituída em Roma em 1984 por iniciativa da UIL – União Italiana do Trabalho, uma das três mais importantes centrais sindicais italianas, com a finalidade de promover a cooperação internacional e a implementação de projetos de desenvolvimento em outros países.

O Progetto Sud é formal e oficialmente reconhecido pelo Ministério Italiano das Relações Exteriores em base no artigo 28 da Lei Italiana n. 49 de 26 de fevereiro de 1987.

Desde sua criação o Progetto Sud tem desenvolvido inúmeros projetos, envolvendo recursos financiados pelo Ministério Italiano das Relações Exteriores, pela União Européia e outras instituições internacionais (OIT) e das Nações Unidas (ILO, FAO, UNIDO, entre outros).

Nos últimos dez anos, o Progetto Sud tem apoiado projetos de desenvolvimento de diferente natureza na América Latina, na África, na Ásia e na Europa Oriental, sobre tudo nas áreas de qualificação e requalificação profissional, formação sindical, cooperativismo, fomento à agricoltura e à pesca.

Tem desenvolvido projetos em parceria com organizações sociais de diferentes paises no fortalecimento dos sistemas de micro e pequena empresa, em ações emergenciais e de recuperação, em defesa dos direitos civis e na construção de infra-estrutura de base.

OBJETIVOS

O Progetto Sud desenvolve projetos de formação e qualificação profissional que visam a geração de trabalho e renda, contribuindo assim para a melhoria das condições de vida dos trabalhadores e de todos os cidadãos dos países onde atua. Os outros principais setores de atuação são: proteção ambiental, defesa dos direitos das crianças, das populações indígenas e dos deficiente físicos, promoção dos direitos humanos e civis.

Na realização dos projetos, o Prosud segue os seguintes objetivos gerais de cooperação:
· Favorecer o progresso econômico, social, técnico e cultural das populações e dos trabalhadores dos países beneficiários;
· Promover condições de desenvolvimento equalitário das faixas marginais da população;
· Contribuir para o crescimento do movimento sindical nos países beneficiários, como alavanca de progresso econômico e democracia;
· Colaborar com as instituições internacionais na promoção dos direitos humanos e sindicais

O Prosud atua em todas as fases do projeto:

Estudos de identificação e de fatibilidade

• Identificação de projetos ou setores de intervenção dentro de programas setoriais ou multi-setoriais (desenvolvimento integrado)
• Preparação de propostas, documentos de projeto e planos operacionais
• Análise econômica e financeira dos projeto, análise custo – benefício

Consultoria e Assistência Técnica

A atividade é desempenhada principalmente na área de treinamento profissional e de treinamento sindical e para formulação de projetos e suporte aos projetos em desenvolvimento

Execução

• Execução de projetos e programas financiados por organizações internacionais e instituições da União Européia e nacionais
Seleção, treinamento e envio de recursos humanos expatriados, contratação e treinamento de pessoal local, organização logística, promoção das relações com os sindicatos e com as instituições públicas

Monitoramento e avaliação

Monitoramento de projetos, avaliação intermédia e ex post dos programas. Avaliação dos impactos ambientais e dos efeitos sociais das atividades dos projetos a nível local e regional

NOTÍCIAS

?id=4

CONTATO

DIRETORIA

Bruno Ferro - Presidente Progetto Sud Brasil

Considerações do Presidente

La presenza di Progetto Sud in Brasile: nuove tendenze, un unico obbiettivo.

Esistono tanti modi di interpretare e di fare cooperazione, ognuno con i suoi limiti e i suoi successi e, non diversamente da quanto avvenuto su scala internazionale, anche in Brasile molte e diverse sono state le stagioni della cooperazione italiana allo sviluppo e le forme da essa assunte: bilaterale, multilaterale, multibilaterale, ecc.

Nel tempo della globalizzazione, come é noto, la cooperazione allo sviluppo è stata messa radicalmente in discussione, ridotta per lo più a strategia di marketing delle grandi economie del Nord oppure a intervento umanitario che non opera mai sulle cause dei disastri su cui interviene.

In questi anni, proprio per superare i limiti della cooperazione bilaterale e multilaterale, ha preso avvio la cooperazione decentrata; un vasto movimento che si riconosce nei valori della cittadinanza attiva, nella capacità cioè della cosiddetta società civile organizzata di rivendicare per sé un ruolo da protagonista nelle grandi scelte che riguardano le condizioni di vita per i miliardi di esseri umani che oggi popolano il nostro pianeta. Una tendenza che punta al collegamento tra comunità locali di diversi paesi del Nord come del Sud del mondo con lo scopo di promuovere uno sviluppo locale sostenibile, fondato sulla consapevolezza della complementarietá e dell´interdipendenza dei singoli percorsi.

È in questo nuovo contesto che si colloca la presenza di Progetto Sud in Brasile. Costituitosi nel 2004 come organizzazione no profit della societá civile brasiliana con un suo statuto e una sua autonoma veste giuridica e dopo una fase iniziale negli anni novanta, l´Istituto di Cooperazione della UIL ha promosso e sostenuto, in differenti regioni del Brasile, progetti di sviluppo in linea con le nuove tendenze della cooperazione decentrata: coinvolgendo nei sui interventi, da un lato, gli enti locali italiani, le organizzazioni sindacali e di categoria, universitá e centri di ricerca e, dall´altro, comunitá locali e partners pubblico/privati della societá brasiliana interessati ad innescare relazioni di lungo periodo e a far crescere una cultura della corresponsabilità nella gestione delle iniziative.

Se volessimo trovare un denominatore comune per caratterizzare gli interventi promossi in Brasile durante quasi un decennio di cooperazione decentrata, questo lo potremo cercare non nel semplice travaso di risorse finanziarie dai piú ricchi verso i piú poveri, ma nel rafforzamento delle competenze e delle potenzialitá locali, nella valorizzazione delle singole esperienze e nel sostegno dei processi di autodeterminazione e di autosviluppo messi in atto dalle controparti. In ogni nostro intervento é preoccupazione costante il coinvolgimento della societá civile e dei pubblici poteri, nella convinzione che il rafforzamento delle politiche pubbliche sia condizione sine qua non per rendere effettivi i diritti di cittadinanza e per il consolidamento dei processi democratici.

L´esperienza di molti piccoli progetti di cooperazione che abbiamo gestito in questi ultimi anni in Brasile, ci ha inoltre permesso di capire l´importanza di nuove dinamiche tra la sfera economica e quella sociale per apportare benefici sostanziali e duraturi alle vittime della povertá cronica che formano le sacche di miseria della societá brasiliana. Al giorno d´oggi, in Brasile, le persone che vivono in una situazione di esclusione sociale corrono rischi sempre maggiori di rimanere a tempo indeterminato nella situazione in cui si trovano, o in situazione peggiore, perché possono contare su meno risorse materiali e psicologiche e perché i loro insuccessi - nell´affannoso tentativo di inserirsi socialmente - fanno si che esse perdano la fiducia degli altri e specialmente la propria.

Non é una semplice coincidenza, quindi, se i progetti giá realizzati e quelli in corso si incentrano attorno alla prospettiva della lotta alla povertá su un piano micro-economico che vede nella valorizzazione del lavoro - collegato all’ampliamento dell’istruzione tecnica e professionale – un motore per lo sviluppo e per l´aumento delle condizioni di inclusione sociale di ampie masse marginalizzate.

Progetto Sud in Brasile lavora a fianco degli artigiani e dei giovani in cerca di prima occupazione, ne stimola la crescita professionale, sindacale e umana e da supporto tecnico e finanziario all´associativismo produttivo e alla micro e piccola impresa. Sostiene il design come strumento che aggrega valore ai prodotti locali, appoggia l´elaborazione di adeguati piani di marketing per i produttori piú poveri, facilitando l´ampliamento della commercializzazione dei loro prodotti secondo i principi dell´economia solidale e le metodologie del fair-trade. Promuove la Riforma Agraria intesa come diritto di accesso alla terra garantito specialmente ai piccoli collettivi di agricoltori, offre appoggio tecnico e rafforza, nei suoi interventi di sviluppo, l´agricoltura familiare, la formazione di banche per le sementi a fini alimentari, la promozione dell’agroecologia e dell´agricoltura biologica.

A queste migliaia di cittadini di serie B o C che rappresentano il target a cui sono rivolti i nostri interventi di cooperazione, Progetto Sud guarda non come a dei semplici “beneficiari”, ma come ad interlocutori che operano per la crescita di un processo di networking tra culture e strutture diverse, accomunati da un´unico obbiettivo bene espresso dalle parole dell´economista argentino José Luis Coraggio :”la viabilitá della trasformazione sociale è raramente un dato di fatto; è, invece, qualcosa che si deve costruire".

Bruno Ferro

PROJETOS EM EXECUÇÃO

PROJETOS REALIZADOS

Projetos Realizados

PARCEIROS

UIL WEB TV
Banner
CAF UIL